Sostenibilità della produzione avicola

21

Negli ultimi anni la carne avicola è diventata la principale proteina animale per il consumo umano a livello internazionale grazie ad un continuo incremento produttivo.

La crescita produttiva nel settore della carni avicola e delle uova è stata in costante progresso negli ultimi decenni.

Con l’aumento della popolazione umana, il miglioramento degli standard di vita e delle condizioni di reddito, la domanda di proteine ​​animali continuerà a crescere in modo sostanziale e la carne avicola è destinata a ricoprire un ruolo fondamentale per coprire i bisogni di questa richiesta sempre maggiore. Soprattutto nei Paesi in via di sviluppo, che hanno una popolazione giovane e proiettata al progresso economico e sociale, il consumo di carne aumenterà in futuro anche se oggi rimane ancora a un livello molto basso.

Il cambiamento climatico e il riscaldamento globale costituiscono dei temi centrali per l’industria e sono necessari maggiori sforzi per migliorare la sostenibilità della produzione a livello globale.

Per far fronte alla futura domanda di carne avicola non si deve pensare solo a estendere le capacità di produzione con conseguenze sostanziali sull’allevamento, sulla gestione e sull’intera catena di produzione, ma è fondamentale avere una visione più ampia del settore che includa la salute umana e la tutela ambientale, data la continua pressione per ridurre al minimo le emissioni nocive e gli interventi terapeutici che però servono a debellare le malattie e mantenere la produttività della filiera avicola.

In tal senso è fondamentale incentivare le collaborazioni e le interazioni tra gruppi di ricerca con un approccio multidisciplinare. Collegare le discipline, il mondo accademico con l’industria e tutte le istituzioni legate alla produzione avicola è essenziale per il successo futuro e per affrontare le imminenti sfide che ci attendono. Resta fondamentale garantire la sicurezza alimentare, che rimane il punto principale per la ricerca e l’innovazione.