MBE presenta SKOV

572

Si è tenuto in Molise, presso la Sala Ricevimenti Ciocca Riccia (CB), l’incontro rivolto a imprenditori avicoli, allevatori e operatori del settore, che MBE S.r.l. ha organizzato per raccontare l’esperienza della realizzazione di un capannone avicolo con un progetto di Ventilazione SKOV.

La giornata organizzata da MBE, fornitore ufficiale SKOV per il Centro e Sud Italia, ha visto la partecipazione di Sebastiano Scutti, Responsabile Commerciale MBE del Sud Italia, di Simone Laudazi, Amministratore Delegato MBE S.r.l., di Luigi Soriani, Responsabile SKOV per l’Italia e di Roberto Bernacconi, Progettista settore ingrasso avicoli MBE, che ha seguito tutto il progetto.

Il progetto del capannone avicolo di Giuseppe Pietronigro di Pietracatella (CB) ha riguardato la realizzazione della struttura e degli impianti, in un lavoro congiunto tra MBE e SKOV, per ottenere la massima efficienza dei sistemi e la distribuzione ottimale degli spazi. Per l’area del capannone (116 x14 metri), l’interesse si è focalizzato sulla centralina SKOV, 9 Blue Fan DA1700 e su un camino a parete SKOV DA600, oltre alle finestrelle invernali e ai motori per la gestione di due zone. Un progetto completo, quello per l’azienda Pietronigro, in cui necessità strutturali, vincoli ambientali e tecnici richiesti dal cliente sono stati studiati e mixati con attenzione.

Simone Laudazi ha presentato MBE S.r.l., azienda che dal 1980 opera nella fornitura di impianti chiavi in mano per l’avicoltura, realizzando capannoni avicoli prefabbricati e strutture zootecniche di ogni tipologia e per qualsiasi tipo di esigenza. I progetti zootecnici, di varie complessità e dimensioni, vengono seguiti in ogni fase: dalla progettazione alla produzione delle parti strutturali, dall’impiantistica alle attrezzature d’allevamento, dai lavori di montaggio al training del personale tecnico del cliente.

Simone Laudazi ha voluto evidenziare il lavoro di équipe, che inizia sin dalla presentazione del preventivo fino alla progettazione vera e propria e che si affida alla loro predisposizione all’innovazione e alla tecnologia più avanzata dei propri giovani collaboratori. “La collaborazione con SKOV, azienda leader a livello internazionale nella ventilazione”, ha dichiarato Laudazi, “rappresenta un tassello fondamentale che ci permette di lavorare con personale altamente qualificato e pone l’azienda MBE ai primi posti in Italia per l’innovazione tecnologica. La climatizzazione rappresenta un elemento determinante per la produzione, per l’ottimizzazione delle rese e quindi per i profitti degli allevatori. Il capannone di Pietronigro è il primo “Combi Tunnel” nel Centro e Sud Italia, nomenclatura usata da SKOV per connotare un impianto dotato di ventilazione laterale e tunnel con pad cooling.”

Luigi Soriani, Responsabile SKOV per il mercato italiano, ha tracciato la storia dell’azienda, dai primi passi al successo odierno: “SKOV è una grande azienda, con una presenza a livello internazionale. È una realtà nata negli anni ’60, quando i fratelli Kristen e Kjeld SKOV svilupparono il primo sistema di ventilazione. I fratelli SKOV gestivano allora il più grande impianto di produzione di uova in Scandinavia, presso l’antica casa padronale di Oestergaard Hovedgaard, e l’idea di mettere a punto sistemi di ventilazione venne loro proprio in quel periodo, quando trovare un sistema adeguato per ventilare gli allevamenti di grandi dimensioni non era affatto facile. La commercializzazione vera e propria iniziò nel 1966, stabilendo così le basi odierne dell’azienda, e i loro sistemi di ventilazione ebbero subito una grande popolarità. Da allora, sono stati sviluppati molti nuovi sistemi e componenti. Il quartier generale di Glyngoere è stato ampliato in diverse occasioni; attualmente su una superficie operativa di 16.000 m2 lavorano oltre 400 persone.”

Luigi Soriani ha descritto anche il modus operandi dell’azienda, mettendo in risalto la qualità dei prodotti SKOV: “Tutto nasce dalla finestra che non è mai cambiata e che resta l’elemento fondamentale. Oggi l’azienda si basa su parametri moderni, avvalendosi della tecnologia più avanzata, operando a ciclo chiuso in un processo che attraversa tutte le fasi: dalla ricerca alla sperimentazione, con i test di verifica, passando per la progettazione, la produzione e l’installazione, per arrivare, infine, alla manutenzione e al servizio. La sostenibilità e il rispetto ambientale sono presupposti fondamentali nella filosofia SKOV, che garantisce impianti climatici ideali per animali e ambiente, senza dimenticare efficienza e redditività per i produttori. Le soluzioni fornite sono studiate nei dettagli, e spesso anche in modo molto specifico, come nel caso delle richieste sulla pulizia dell’aria.”

Per il progetto SKOV di Pietronigro i tecnici dell’azienda hanno studiato il progetto più consono per il tipo di allevamento e di struttura che doveva essere realizzata. Nell’impianto è stato anche installato il Software Farm On Line che, grazie alla relativa app, permette di monitorare i dati climatici e produttivi e consente di intervenire come se si fosse davanti alla centralina stessa, direttamente dalla casa madre.

“Grazie a un programma 3D – ha spiegato infine Roberto Bernacconi – è stato possibile controllare il progetto in tutte le sue parti, seguendo ogni segmento della struttura fino ai minimi particolari. Grazie al progetto SKOV sono stati inseriti i vari componenti nella giusta posizione, permettendo di seguire tutto in ogni dettaglio durante la fase di realizzazione dell’impianto.”

La grande partecipazione alla serata, alla quale hanno presenziato più di 100 persone, dimostra quanto venga considerata importante la ventilazione: il suo ruolo e le attrezzature che la garantiscono sono considerati primari in ogni tipo di ambiente. MBE, grazie alla partnership con SKOV, sarà in grado di garantire la giusta climatizzazione per tutti i tipi di allevamento, con la massima efficienza e con un servizio tecnico di qualità.

Contatti:

 

Via delle Fornaci 88/A – 60044 Fabriano (AN)
+39 0732 627167 – info@mbefabriano.it