Gli additivi nei mangimi e la genetica, valide strategie per rafforzare le ossa delle galline

203

Gli integratori alimentari hanno il potere di rafforzare la qualità delle ossa nelle galline ovaiole. È stato dimostrato che l’aggiunta di betaina al mangime migliora la resistenza ossea nelle galline ovaiole. Secondo ricerche recenti, anche lo sviluppo di alcuni tratti genetici le aiuta a immagazzinare il calcio.

Un additivo per mangimi, la betaina, che viene ampiamente utilizzata nella produzione animale, migliora la resistenza ossea nelle galline ovaiole, come dimostrato da uno studio condotto dai ricercatori del Roslin Institute. La betaina potrebbe integrare i programmi di selezione per migliorare la qualità delle ossa nelle galline ovaiole a rischio di osteoporosi.

In uno studio separato, sempre condotto dal Roslin Institute, è stato rilevato che la selezione di galline per il tratto di trattenimento del calcio, associato alla forza ossea, nota come mineralizzazione dell’osso midollare, potrebbe migliorare la qualità delle ossa. La fase di svezzamento può svolgere un ruolo importante nello sviluppo della forza e resistenza delle ossa, mentre la quantità di uova prodotte da una gallina non influisce sulla qualità ossea, come dimostrato da secondo studio dell’Istituto. “I risultati di entrambi gli studi potrebbero aiutare gli allevatori avicoli a scegliere quale razze convenga di più allevare”, hanno affermato i ricercatori.

Impatto della dieta sulla qualità delle ossa nelle galline ovaiole

I ricercatori hanno studiato gli effetti di una strategia nutrizionale sulla qualità delle ossa di galline ovaiole, che, come emerso da risultati precedenti, ha dimostrato di poter avere un ruolo importante in tal senso.

Per l’esperimento sono state approntate quattro diete diverse con varie quantità di betaina e le galline, divise in gruppi, sono state nutrite con una delle quattro diete, dalla nascita fino a quando non hanno terminato il ciclo di deposizione. Sono stati poi raccolti campioni di sangue e ossa nelle diverse fasi della crescita. Le analisi hanno misurato la concentrazione di un componente del sangue che è inversamente legato alla qualità dell’osso. Le ossa sono state poi esaminate ai raggi X e sottoposte al bending test, il cosiddetto test di flessione, che è comunemente usato per misurare le proprietà meccaniche delle ossa intere di piccoli animali; durante la prova di flessione, l’intero osso viene caricato in flessione fino alla frattura.

Dai risultati è emerso che l’aggiunta di betaina alla dieta delle galline ovaiole ha migliorato la resistenza ossea, come evidenziato dai ricercatori. La produzione e la qualità delle uova sono state eccellenti durante la prova e non sono state influenzate o alterate dai trattamenti dietetici.

Lo studio è stato finanziato dalla società di tecnologia per la nutrizione animale AB Vista ed è stato pubblicato su British Poultry Science.

Salute delle ossa nelle galline

Le galline che depongono molte uova non subiscono una perdita di qualità ossea. I ricercatori hanno preso in considerazione, con studi dettagliati, l’ereditarietà della forza ossea attraverso analisi statistiche che hanno considerato la massa corporea, la produzione di uova e le misure della forza e resistenza ossea ottenute attraverso l’esame del bending test, l’analisi ai raggi X e della composizione chimica.

Lo studio, in collaborazione con l’Università svedese di scienze agrarie, la casa di selezione Lohmann Breeders e l’Università di Granada, è stato finanziato da enti nazionali, coordinati attraverso lo schema ERA-NET per la salute e il benessere degli animali dell’Unione europea. È stato pubblicato su Genetics Selection Evolution.

Fonte: The Roslin Institute