Migliorare la salute dell’intestino del broiler proteggendo l’Integrità Intestinale

Elanco Italia S.p.A. – PM-IT-20-0289

127

La salute intestinale è fondamentale per sostenere la performance del broiler e si fonda ampiamente sull’Integrità Intestinale dei nostri animali. Obiettivo dei produttori è ottimizzare l’efficienza alimentare e le crescite, riducendo allo stesso tempo il ricorso a costosi interventi terapeutici. Obiettivo raggiungibile concentrandosi sulla conservazione dell’Integrità Intestinale come strumento per migliorare la salute intestinale.

Ruolo dell’Integrità Intestinale (I2) nella salute dell’intestino

Una buona Integrità Intestinale garantisce una ottimale funzionalità del tratto intestinale. Infatti, l’intestino svolge numerose e importanti funzioni come la digestione, la secrezione, l’assorbimento e il trasporto dei nutrimenti. Queste azioni sono regolate, nel bene o nel male, dal grado di Integrità Intestinale di ciascun animale. Molti fattori influenzano l’Integrità Intestinale, ma due fra i più importanti sono le infezioni da parte di microrganismi patogeni e la qualità del mangime.

Impatto della coccidiosi sulla salute intestinale del broiler

La coccidiosi, in avicoltura, causa ogni anno danni per oltre 3,5 miliardi di euro1. Principalmente perché la coccidiosi, con il suo impatto negativo sull’Integrità Intestinale, può peggiorare l’ICA, ridurre le crescite e incrementare la mortalità2,3. Il costo totale per animale può arrivare fino a 0,04€/capo, a volte può essere persino più elevato4. Tuttavia, è possibile agire preventivamente per proteggere l’Integrità Intestinale del broiler e promuovere efficienza alimentare e crescite ottimali.

Proteggere I2 e salute intestinale con gli anticoccidici

Gli anticoccidici vengono ormai utilizzati da decenni per proteggere l’Integrità Intestinale e, di conseguenza, la salute dell’intestino e la performance degli animali.

Si dividono in due categorie principali, gli anticoccidici chimici e gli ionofori.

Gli anticoccidici chimici funzionano bene, soprattutto nei casi più gravi, ma a lungo andare possono dare luogo a resistenza. Per contro, gli ionofori sono in grado di controllare efficacemente la coccidiosi consentendo lo sviluppo di un’immunità naturale e ridurre il rischio di resistenza1.

Proteggere I2 e salute intestinale con gli ionofori potenziati

Gli ionofori potenziati hanno rappresentato un’innovazione nella prevenzione della coccidiosi. Combinando, infatti, uno ionoforo con la nicarbazina (anticoccidico chimico) si ottiene un’attività anticoccidica migliore rispetto alla somma degli effetti delle due molecole prese singolarmente. Questa combinazione sinergica, i cosiddetti “ionofori potenziati”, grazie a livelli di inclusione ridotti per entrambi i principi attivi, consente di migliorare l’efficacia delle due molecole riducendone i possibili effetti negativi. Gli ionofori potenziati hanno anche il vantaggio di ridurre il rischio di resistenza, e ciò aiuta a spiegare perché l’associazione narasin+ nicarbazina (Maxiban) possa essere continuamente impiegata con successo nel corso degli anni. Una recente prova di campo europea, della durata di tre anni, ha ulteriormente confermato che Maxiban non perde la sua efficacia nel corso del tempo, anche con un utilizzo continuativo5. Gli stessi risultati sono stati confermati anche in una prova condotta negli Stati Uniti, dove Maxiban è stato utilizzato in modo continuativo, per 10 cicli produttivi consecutivi, senza alcuna riduzione della performance dei broiler6. Questi studi a lungo termine dimostrano che l’uso continuativo di Maxiban, senza rotazioni, consente di ottenere performance migliori per quel che riguarda ICA, I2, punteggio delle lesioni da coccidi, escrezioni delle oocisti e incrementi ponderali5,6.

Bibliografia

  1. Farran M.T., Shahib H., Hakeem W.G., Kaouk Z.M., Harkous A.A. Performance of Eimeria challenged male broilers fed two ionophore-Nicarbazin combination. Journal of Applied Poultry Research. 2020; 29:684–691.
  2. Williams R. A compartmentalized model for the estimation of the cost of coccidiosis to the world’s chicken production industry. Int. Journ. for Parasitology. 1999; 29(8).
  3. Brennan J., Bagg R., Barnum D., Wilson J., Dick P. Efficacy of Narasin in the Prevention of Necrotic Enteritis in Broiler Chickens. Avian Diseases. 2001; 45:210.
  4. Van der Sluis W. Clostridial enteritis is an often-under-estimated problem. World Poultry. 2000; 16(7).
  5. Elanco. Data on file.
  6. Mathis G.F., et. al. Evaluation of the effects of long-term Maxiban (nicarbazin/narasin) use on coccidiosis control and broiler chicken performance. 2016. Poult. Sci; 95 (Suppl. 1): 79.

 

Maxiban, Elanco e la barra diagonale sono marchi registrati da Elanco o sue affiliate. © 2020 Elanco.

Contenuto sponsorizzato Elanco