Scoperto un gene legato alla resistenza ossea nelle galline ovaiole

34

La resistenza ossea delle galline ovaiole potrebbe essere migliorata grazie alla scoperta di un gene chiave. Nelle ali le ossa variano in forza e resistenza a causa di alcune differenze genetiche. I ricercatori hanno individuato i fattori che influenzano la forza e resistenza ossea e che potrebbero migliorare la salute delle galline ovaiole. Nello specifico, gli scienziati hanno scoperto un gene direttamente legato alla qualità dell’ossa: una novità che potrebbe essere molto importante per la selezione in quanto le ovaiole sono spesso a rischio di osteoporosi, soprattutto in fase di deposizione. La scoperta effettuata da un team di ricercatori dell’Istituto Roslin ha evidenziato l’importanza di una molecola biologica che risulta fondamentale per mantenere ossa sane e che può essere rilevante anche per altre specie.

Studio generazionale

I ricercatori hanno esaminato in dettaglio una regione del DNA di pollo che era già nota da studi precedenti per essere direttamente connessa al rischio di fratture ossee. Per fare ciò, hanno preso in esame generazioni di galline, osservandone il livello di attività nei geni e la forza e resistenza delle ossa. Il team è stato in grado di individuare un gene chiave, chiamato cistationina β-sintasi (CBS) e cioè un enzima che catalizza la condensazione tra serina e omocisteina per formare la cistationina e che viene associato a ossa di migliore qualità.
Durante lo studio è emerso che le galline, con una versione particolare del gene, presentavano ossa con elevato contenuto di minerali e reticolazione della proteina del collagene, suggerendo che questi fattori potrebbero essere importanti per le differenze nella qualità delle ossa.
Lo studio, pubblicato su Genetics Selection Evolution, è stato condotto in collaborazione con alcuni ricercatori della Svezia, Spagna, Germania, Repubblica Ceca e Cina.

Fonte: Roslin Institute